Agevolazioni per i marchi


È in corso il Bando Marchi+2 emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico e diretto ad agevolare la registrazione di marchi comunitari (tra poco ridenominati marchi UE) ed internazionali.

A chi si rivolge il Bando

Il Bando si rivolge a tutte le micro, piccole e medio imprese (PMI) che:

  • abbiano sede legale ed operativa in Italia;

  • siano regolarmente costituite ed iscritte nel Registro delle Imprese;

  • non siano in stato di scioglimento o liquidazione e non siano sottoposte a procedure concorsuali;

  • siano in regola con la normativa antimafia;

  • non siano escluse dal regime degli aiuti “de minimis”;

  • non siano destinatarie di procedimenti per indebita percezione di risorse pubbliche.

Le attività agevolate dal Bando

Il Bando prevede due tipi di agevolazione, rispettivamente per il marchio comunitario e per il marchio internazionale.

Per il marchio comunitario le agevolazioni previste riguardano attività connesse direttamente al deposito della domanda di registrazione, nonché attività preliminari ed anche successive, come tali:

  • progettazione del nuovo marchio (naming e progettazione grafica);

  • assistenza per il deposito;

  • ricerche di anteriorità;

  • assistenza legale in caso di opposizione/rifiuto/rilievi successivi al deposito;

  • tasse di deposito presso UAMI.

Anche per il marchio internazionale sono previste agevolazioni per attività di deposito, nonché per attività preliminari o successive, come tali:

  • progettazione del nuovo marchio nazionale/UAMI (ideazione elemento verbale e progettazione elemento grafico) utilizzato come marchio-base per la domanda internazionale, a condizione che quest’ultima venga depositata entro 6 mesi dal deposito della domanda nazionale o comunitaria;

  • assistenza per il deposito;

  • ricerche di anteriorità;

  • assistenza legale in caso di opposizione/rifiuto/rilievi successivi al deposito;

  • tasse sostenute presso UIBM / UAMI / OMPI per la registrazione internazionale.

A quanto ammontano le agevolazioni

Il bando prevede un’agevolazione fino all’80% dei costi sostenuti (fino al 90% nel caso di marchio internazionale con designazione di USA e Cina), con un tetto generale di agevolazioni erogabili pari ad € 20.000,00 per ciascuna impresa, che ovviamente non sono cumulabili con altre agevolazioni concesse all’impresa, anche in regime di “de minimis”, riferite alle stesse spese sostenute.

Per ogni singola voce di attività sono previste delle franchigie massime di agevolazione concedibile.

IL Bando prevede inoltre, entro il tetto generale di cui sopra, anche dei limiti particolari per singola domanda di marchio.

La finestra temporale

Il Bando permette la richiesta di agevolazione per le spese sostenute a decorrere dal 1° febbraio 2015 e comunque prima della presentazione della domanda di agevolazione.

La procedura di concessione è di tipo valutativo a sportello e segue l'ordine cronologico di presentazione delle domande.

Per maggiori informazioni chiedi la nostra informativa specifica

#marchi #agevolazioni #incentivi #marchiocomunitario #marchiointernazionale

Cervato Law & Business | Studio Legale
Intellectual Property | Diritto di Internet | Privacy GDPR | Diritto di Impresa
TEL 049 714975 | Galleria Europa 3 | 35137 Padova | P.IVA 03800020285
Tutti i diritti riservati | © 2020

 

Official

Sponsor