Gli incentivi alle imprese previsti dal D.L. 91/2014. Il credito d’imposta di cui all’art. 18


Pubblicato in Gazzetta Ufficiale (GU n. 144 del 24.06.2014) il cosiddetto “Decreto competitività e crescita” (Decreto-Legge 24.06.2014 n. 91), contenente varie misure per favorire la crescita economica.

Tra le “Disposizioni urgenti per le imprese” previste dal Capo III merita una menzione particolare il disposto dell’art. 18, che introduce un credito di imposta per le imprese che effettuino investimenti in beni strumentali nuovi.

Tale credito è riconosciuto, nella misura del 15% delle spese sostenute in eccedenza rispetto alla media degli investimenti in beni strumentali compresi nella tabella ATECO realizzati nei cinque periodi di imposta precedenti, alle imprese che effettuino investimenti in beni strumentali nuovi ricompresi nella divisione 28 della predetta tabella1 e destinati a strutture produttive situate nel territorio dello Stato, nel periodo compreso tra la data di entrata in vigore del Decreto (25.06.2014) ed il 30.06.2015.

E’ prevista la facoltà per l’impresa di escludere dal calcolo della media il periodo in cui l’investimento è stato maggiore.